Procreazione medicalmente assistita

Il nostro Centro si occupa della diagnosi e del trattamento dell’infertilità femminile, maschile e di coppia, e di tutte le condizioni ad essa associate.

Siamo regolarmente iscritti al Registro Nazionale Procreazione Medicalmente Assistita presso l’Istituto Superiore di Sanità e facciamo dunque parte dei pochi centri in Italia autorizzati ad eseguire le tecniche di PMA. Siamo l’unico Centro di Procreazione Medicalmente Assistita privato di Pavia e provincia.

Il nostro staff di specialisti è impegnato ogni giorno a garantire a ciascun paziente il più elevato standard diagnostico e terapeutico e le più affidabili e avanzate tecniche di Fecondazione Assistita, facendo del nostro Centro un poliambulatorio di eccellenza nel quale ogni paziente trova attenzione, capacità di ascolto e di cura altamente personalizzata.

Scrivici per avere informazioni o prenotare una visita.

Ti richiamiamo noi!

   
(* campi obbligatori)

Come funziona la procreazione medicalmente assistita?

Diagnostica

La prima fase della PMA (procreazione medicalmente assistita) è quella diagnostica: dopo un primo incontro con uno dei nostri specialisti, verrà pianificato un programma di esami, che avranno lo scopo di accertare la fertilità dei partner, eventuali patologie capaci di ostacolare il procedimento e malattie infettive o ereditarie che potrebbero venire trasmesse al feto.

Per questa fase, il nostro Centro propone, oltre agli esami diagnostici e alle diagnosi di fertilità, anche quelli strumentali, quali:

  • Ecografie 2D/3D
  • Valutazione della pervietà tubarica
  • Spermiogrammi
  • Valutazione frammentazione DNA spermatico

 

Tecniche di fecondazione

In base alle cause di infertilità verrà scelta la metodologia di fecondazione più adatta. Le tecniche offerte dal nostro Centro sono:

  • Fecondazione in vitro (FIVET E ICSI) La prima tecnica prevede che ovociti e spermatozoi vengano messi a contatto in condizioni che facilitino la penetrazione naturale, mentre la seconda consiste nell’immissione tramite microaghi dello spermatozoo direttamente all’interno dell’ovocita
  • Inseminazioni intra-uterine (IUI)
  • Tecniche eterologhe (donazione di ovociti o di seme)

Per le tecniche di fecondazione in vitro (FIVET e ICSI) le tecniche eterologhe (donazione di ovociti o di seme), le quali vengono effettuate dal nostro Dott. Alessandro verza presso il Centro Internazionale di Procreazione Assistita ProCrea di Lugano, i monitoraggi ecografici necessari potranno essere effettuati presso ProVitaMed che, in continuità di cura, si occuperà di comunicarne l’esito direttamente a ProCrea.

Tutte le tecniche prevedono interventi minimamente invasivi e a basso rischio.

 

Inseminazione intra-uterina (IUI)

Cos’è l’inseminazione intra-uterina e come funziona?

L’inseminazione intra-uterina (IUI) omologa è una tecnica di procreazione medicalmente assistita di primo livello molto utilizzata poiché poco invasiva e di semplice esecuzione. Consiste nella selezione degli spermatozoi del partner da inserire direttamente nella cavità uterina.

La tecnica è semplice e sicura, dal momento che non comporta grandi complicazioni come per esempio la sindrome da iperstimolazione ovarica o gravidanze multiple: questo perché perché vengono utilizzate stimolazioni molto blande rispetto a quelle previste dalle tecniche in vitro più avanzate.

Condizioni essenziali per l’esecuzione di questa tecnica sono la pervietà tubarica, l’assenza di patologie uterine e un numero adeguato di spermatozoi (almeno 1 milione di mobili dopo capacitazione).

La IUI prevede i seguenti passaggi:

  • Stimolazione ormonale per indurre l’ovulazione o per aumentare il reclutamento follicolare. Tramite i monitoraggi ecografici il ginecologo valuta la risposta delle ovaie ai farmaci e controlla lo sviluppo dei follicoli ovarici. Somministrando gonadotropina corionica si induce l’ovulazione che avviene circa 36 ore dopo.
  • Produzione di un campione di liquido seminale per masturbazione da parte del partner. Tale campione viene trattato dal personale di laboratorio in modo da migliorarne le caratteristiche e prepararlo per la IUI. I
  • Inserimento del seme trattato nella cavità uterina, tramite un apposito catetere flessibile.
  • Somministra, al termine dell’operazione, alla paziente di un supporto per la fase post-inseminazione con progestinici per sostenere l’eventuale gravidanza.
INDICAZIONI FEMMINILI
  • Fattore cervicale
  • Endometriosi minima
  • Disfunzioni ovulatorie (PCOS, insufficienza luteale)
  • Fattore immunologico
  • ripetuti fallimenti di cicli di rapporti sessuali mirati
INDICAZIONI MASCHILI
  • Alterazioni dell’eiaculazione
  • Oligoastenospermia lieve-moderata
  • Ipospermia